PitStop Pro migliora il controllo della qualità PDF

 

 

  • Risparmio di tempo grazie al preflight automatico dei file PDF in base a un profilo
  • Individuazione immediata degli errori grazie all’apposito rapporto di preflight
  • Maggiore produttività tramite la correzione automatica degli errori più comuni
 

Vantaggi del preflight

Secondo i nostri clienti:

  • Oltre la metà dei file PDF ricevuti contiene errori che si tradurrebbero in stampe errate;
  • Gli errori più frequenti sono sempre gli stessi da 15 anni a questa parte;
  • Preflight PDF è lo strumento giusto per individuare e correggere tutti gli errori.

 

I 10 errori più comuni nei file PDF e come correggerli con PitStop Pro

 

 

 

Immagini a bassa risoluzione

Per la stampa, la risoluzione di un’immagine deve essere superiore a quella che occorre per visualizzare un PDF a video, altrimenti si vedranno bordi frastagliati e anomalie nell’immagine.

PitStop Pro rileva le immagini a bassa risoluzione nei file PDF e invia un messaggio di avviso.

 

 

 

 

Oggetti RGB

Immagini RGB indesiderate nei file PDF possono dar luogo a risultati imprevisti dopo l’elaborazione: le immagini possono essere di bassa qualità, il colore dello stampato finale può risultare non corretto e può addirittura verificarsi una variazione cromatica.

PitStop Pro verifica la presenza di oggetti RGB nei file PDF, convertendoli automaticamente in CMYK se si desidera.

 

 

 

Area al vivo insufficiente

Se un file ha immagini o contenuto che superano il margine della pagina e non contiene un’area al vivo sufficiente, è possibile che dopo il taglio dei fogli appaiano dei bordi bianchi.

PitStop Pro controlla che nei file PDF non vi sia un’area al vivo insufficiente.
Novità di PitStop Pro 13 PitStop Pro consente anche di aggiungere automaticamente area al vivo a un PDF.

 

 

 

 

Problemi di font

I font possono presentare numerosi problemi:

  • Se un font non è incorporato, la periferica di output dovrà sostituirlo con un altro che potrebbe avere un aspetto del tutto diverso.
  • Il testo di piccole dimensioni può risultare difficilmente leggibile dopo la stampa, in particolare se stampato in più colori.

PitStop Pro cerca eventuali font mancanti nei file PDF e li incorpora automaticamente dal cloud tramite il servizio Monotype Baseline.

PitStop Pro effettua inoltre controlli all’interno dei PDF per verificare se vi sono oggetti di testo troppo piccoli e invia un messaggio di avviso.

 

 

 

 

Elementi bianchi

Non è raro imbattersi in lavori dove un elemento bianco ha un aspetto eccellente a video o in una stampa di prova cartacea, ma sparisce all’improvviso quando si trova sulla macchina da stampa. Gli elementi bianchi potrebbero essere impostati su “sovrastampa”, ossia l’inchiostro bianco verrà stampato sopra gli inchiostri sottostanti e quindi scomparirà. 

PitStop Pro verifica se gli elementi bianchi sono impostati su “sovrastampa” e, se lo si desidera, può impostarli automaticamente su “foratura”.

 

 

 

 

Copertura inchiostro

Un’eccessiva copertura inchiostro provoca macchie tra un foglio all’altro e lunghi tempi di asciugatura, aumentando anche il rischio di sprechi. La carta bagnata può comportare problemi di messa a registro e rallentamenti delle prestazioni della macchina da stampa al fine di garantire la qualità dello stampato finale.

PitStop Pro riduce automaticamente la copertura inchiostro se in eccesso.

 

 

 

Trasparenza

Sebbene la trasparenza sia ormai una funzionalità ampiamente accettata nella maggior parte delle applicazioni di progettazione e layout di pagina, molti service di stampa continuano a diffidare dei file PDF contenenti trasparenza e prestano loro particolare attenzione per garantire che vengano elaborati e visualizzati in maniera corretta.

PitStop Pro verifica la presenza di trasparenza nei file PDF.

 

 

 

 

Livelli

I livelli possono essere visibili o nascosti. Se la stampante di prova o il software RIP non è compatibile con PDF versione 1.5 o successiva e nel PDF vi sono dei livelli, questi verranno posizionati uno sull’altro. Se un file contiene un livello nascosto impostato su “Stampa sempre”, esso verrà stampato.

PitStop Pro verifica la presenza di livelli nascosti nei file PDF.

 

 

 

Tinte piatte

La maggioranza dei progettisti gradisce utilizzare tinte piatte (ad esempio Pantone), soprattutto nei loghi. In molti casi, tuttavia, i loghi vanno stampati solamente con inchiostro quadricromatico, perché un ulteriore inchiostro specifico per la tinta piatta risulta troppo costoso.

PitStop Pro verifica la presenza di tinte piatte nei file PDF, convertendoli automaticamente in CMYK se si desidera.

 

 

 

Nero pieno

Come si fa a impostare un bel nero pieno che non darà problemi sulla macchina da stampa?
Tutte le aziende hanno la propria ricetta per un colore così, ma un nero con una quantità eccessiva di inchiostro può risultare problematico per alcune tecniche di stampa. Per esempio, un nero troppo pesante può provocare interruzioni su una macchina da stampa a bobina e macchie o controstampe.

PitStop Pro riduce o uniforma i valori di nero pieno a quelli definiti dall’utente.

 

 

Le origini del nome preflight PDF

Quando un aeroplano sta per decollare, il pilota esegue un elenco di controllo pre-volo per verificare se tutto funziona correttamente. In caso contrario, l’aereo potrebbe precipitare e, per evitare un potenziale disastro, non si staccherà dalla pista.

Milioni di stampatori nel mondo fanno esattamente la stessa cosa con i file PDF. Prima che un PDF vada in produzione, viene controllato per accertare che non presenti errori che potrebbero compromettere la qualità di stampa. Se vengono rilevati errori, il file viene rimandato indietro all’autore, che deve correggerlo, altrimenti il PDF potrebbe dar luogo a errori di stampa, con il conseguente mancato rispetto delle scadenze o addirittura costose ristampe.